Dentro a quella frase

c’eri tu ed io mi soffermai sulle tue labbra.

Non ebbi a sentire il valore delle tue parole,

ma scivolai nell’oblio della solitudine,

portando con me la bellezza dei tuoi gesti

e delle tue delicate forme.

Cosa potei perdere in quell’attimo non lo saprò mai,

ma nella mia mente e nel mio cuore,

porterò per sempre quel tesoro che rubai con gli occhi

e che in alcun modo mai potrò renderti.

Cielo a dar la luce perché io possa vederti ancora ne avrò,

ma vento nei tuoi capelli perché possano tornare a me non ci sarà.

E così nella pena dei miei ricordi

ti abbraccerò ancora e lì riascolterò le tue sole parole.

Share: